Blog Dolci Ricette

Beh, ci sono pause che non dipendono da noi. Ma tutto è bene quel che finisce bene, giusto? Anche se detesto i luoghi comuni e le frasi fatte, questa è assai calzante… Per festeggiare un bel salame al cioccolato, ovviamente a modo mio! Dolci fette che tirano su

7 Luglio 2019

Ci sono fette o morsi di cibo destinati a fabbricare gioia. Lo cantavano anche Albano e Romina che farsi un panino (col salame) e un bicchiere di vino è… la felicità.

Perché a volte la vita punge e un anestetico bisogna pur trovarlo. Non son dolori che annientano e annebbiano; sono solo piccole e fastidiose punturine, minuscoli contrattempi senza importanza che però interrompono e rompono, magari solo per un giorno o per un attimo, il percorso di liscia serenità a cui ognuno di noi ha diritto.

Niente di che, ma per un attimo brucia… È allora che bisogna avere l’antidoto pronto. Il mio si chiama salame al cioccolato. Di cui al mondo esisteranno almeno 300 versioni, tutte tratte da ricettari di famiglia. Il mio non fa eccezione, tramandata senza neanche dirselo, come un coltello spuntato che abita da generazioni in fondo allo stesso cassetto.

Il mio salame di cioccolato (sul web se ne trovano infinite versioni) non merita nemmeno un posto nel ricettario scritto a matita che – scava scava – trovi in ogni casa. È il dolce di quando ti ritrovi in dispensa troppi biscotti rotti (o di quando ti  si è rotto qualcosa dentro…), di quando c’è mezza scatola di cacao che cresce…

Insomma, è adatto a far da anestetico nei giorni in cui la vita “punge” un po’ di più. Oltretutto è anche un dessert facilissimo e velocissimo da preparare, proprio indicato per le… urgenze.

Ne bastano due fette, dal gusto dolce e rotondo, con l’inaspettata croccantezza del biscotto che ti coglie di sorpresa e si fa strada in quel piccolo, morbido morso di burro, cacao e zucchero e come per magia le seccature scompaiono o per lo meno si sopiscono. Il problema è restare entro le due fette…

Ricreare la ricetta per pubblicarla non è stato facile: è come scrivere i passi di un valzer lento su un foglio di carta.

A me riesce a occhi chiusi: un pizzico di questo, due cucchiai di quell’altro, biscotti quanti ne bastano eppure anche senza dosi né pesi, a occhio e  la consistenza è sempre quella giusta.

Del resto la strada della felicità non è scritta né in grammi né in decilitri, ognuno trova la propria e si compie la magia. In ogni caso, per un bel salame al cioccolato di dimensioni golose, diciamo per 6 persone, a merenda o a fine pranzo, fai così!

Salame al cioccolato a modo mio

Cosa ti serve:

almeno 150 g di biscotti, secchi o misti;
60 g di burro;
60 g di cacao;
40 g di zucchero;
2 tazzine piccole di caffè

Come devi fare: sbriciola grossolanamente i biscotti e poi mettili in una ciotola. Sciogli il burro a bagnomaria e versalo sui biscotti, mescola. Aggiungi quindi il cacao e lo zucchero, mescola bene e diluisci il composto col caffè tiepido fino a ottenere un impasto consistente quanto basta per dargli la forma di salame; per fare tutto ciò appoggiati su carta da forno. Arrotola il tutto, richiudi bene e poni in freezer. Togli il salame di cioccolato dal freezer 10 minuti prima di servirlo a fette.

 

Ti potrebbero interessare anche

Nessun Commento

Lascia un commento



I MIEI LIBRI

Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
 

Logo Operation Smile

logo smilehouse