Blog Dolci Ricette

Cambio di stagione anche in tavola! E il mio Tiramisù si “veste” di fragole (che adoro), al profumo di Melogranello o un altro liquore a scelta. Ma se è rosso rubino è meglio!

10 maggio 2018

C’è chi si scopre sotto e chi si scopre sopra. Chi tira su le maniche, e chi si toglie le calze. Chi fa a meno della giacca e chi va già in ciabatte.

All’arrivo dei primi caldi, per me è uno spasso vedere chi toglie cosa. Così come adoro fare il cambio di stagione negli armadi. Sebbene goda di buona memoria, c’è sempre una camicetta che non ricordavo di possedere o un abito dimenticato.

In tempi di crisi, questo diventa anche un modo alternativo di praticare un sano shopping dentro il proprio armadio, con poco costo e tanta soddisfazione (specie se rientri ancora nei pantaloni di qualche anno prima).

Ma quando le giornate si allungano e la temperatura sale, in casa mia non è solo la cabina armadio a essere messa sottosopra: anche la dispensa ha il suo cambio di stagione!

La polenta indietreggia fino a scomparire alla mia vista e lo stesso fanno i pizzoccheri che poco si addicono a un menù di primavera. Come diligenti soldatini fanno invece un passo avanti le scatolette di sgombro e di tonno, gli aromi essiccati e le spezie profumate, i pelati e la passata. Pronti all’uso per pastasciutte e insalate fresche e colorate, come la tavola di primavera richiede.

Quest’anno ho fatto fare il cambio di stagione perfino al Tiramisù, che nella mia versione estiva si veste di fragole

e profuma di alchermes o Melogranello, un liquore abbastanza inusuale ricavato dal melograno, dal sapore buonissimo e lievemente asprigno, non stucchevole, e dall’incredibile colore rosso rubino. Nato da un’intuizione di Flavio Pezzoli, manager milanese con la passione per l’enogastronomia, è un liquore intraprendente, che ha meritato un sacco di premi ed è esportato anche all’estero. Per saperne di più: HTTPS://WWW.FACEBOOK.COM/MELOGRANELLO/

 

Il mio Tiramisù alle fragole

Cosa ti serve (per 6/8 persone)

500 g di mascarpone freschissimo;
20 biscotti tipo savoiardi;
400 g di fragole;
6 cucchiai di zucchero semolato;
3 uova intere e 2 tuorli; 1 pizzico di sale;
1 bicchierino di Melogranello (non facilmente reperibile, confesso!), ma va bene anche dell’Alchermes o altro liquore dolce e possibilmente però color rubino (se proprio non lo trovate, anche del limoncello può andare bene).

Come devi fare

Pulisci e lava le fragole, asciugale molto bene e quindi tagliale a dadini, raccogliendole in una ciotola. Aggiungi un cucchiaio abbondante di zucchero e il liquore, poi mescola e lascia riposare un paio d’ore.

Dividi le chiare dai tuorli, monta le prime a neve fermissima con l’aggiunta di un pizzico di sale.

In un’altra ciotola, ai tre tuorli aggiungine 2 e lo zucchero rimasto: sbatti bene il tutto. Aggiungi il mascarpone e mescola fino a ottenere una crema densa e liscia in cui incorporare le chiare montate a neve, mescolando delicatamente, dal basso verso l’alto.

Quindi scola le fragole dal succo liquoroso e raccogli quest’ultimo in un piatto ampio dai bordi alti. In un vassoio o una teglia di vetro, di circa 18/20 cm per lato, disponi un primo strato di savoiardi appena bagnati nel liquido delle fragole, quindi versa una parte della crema.

Pareggiala con il dorso del cucchiaio, poi metti un altro strato di savoiardi bagnati nel sughetto di fragole e liquore, e infine versa il resto della crema. Termina con i dadini di fragole ben scolati. Copri con pellicola e metti in frigorifero fino al momento di servire.

Ti potrebbero interessare anche

Nessun Commento

Lascia un commento



I MIEI LIBRI

Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
 

Logo Operation Smile

logo smilehouse