Blog Primi

Cosa c’è dentro le borse delle mamme? Ce lo spiega un amico goloso, sensibile e attento all’universo femminile. E io per la prima volta pubblico uno scritto non mio su questo blog… Insieme al risotto nel cestino di Parmigiano, che non sarà una Vuitton, ma un poco alle borse c’assomiglia

13 Dicembre 2018

È da un po’ che non posto nulla su emoticibo.com, ma abbiamo avuto il nostro bel daffare, vero mio caro, vecchio blog? Tanta charity, un poco di lavoro e poco tempo per cucinare… E adesso eccoci qui con un ospite, nientemeno.

L’argomento del resto è intrigante, l’autore pure; come spesso sanno essere i maschi quando entrano a modo loro nel mondo più o meno segreto delle donne. Difficile poi resistere alla tentazione di capire come un uomo viva quell’estensione della nostra femminilità che è la borsa…

“Per me bimbo, la borsa della mamma era un luogo magico, una dimensione a latere del mondo conosciuto, dove spazio e tempo si dilatavano, dove le leggi della fisica (ben salde all’interno della mia cameretta) sparivano.

Nella borsa della mamma ci stava tutto, sempre.

Era buia la borsa della mamma; e lì dentro, in quel buio (perché le borse delle mamme sono sempre nere), io lo sapevo, c’era un mondo pieno di oggetti che fluttuavano senza meta in un vuoto cosmico, pronti a essere presi e catturati.

Immaginavo la mano di mamma che, illuminata (e come dotata di luce propria), entrava in quel buco nero e ghermiva alle volte fazzoletti di carta, alle volte caramelle, altre volte rossetti…

La borsa di mamma… Quanta pace mi dava! Perché se c’era la borsa, c’era la mamma.

Ma la mamma è una donna e io bimbo sono diventato uomo e sono venuto in contatto con altre borse… Le borse delle donne!

Altri mondi, eh sì perché se la borsa di mamma aveva un mix di venerando e misterioso, le borse delle donne, amiche o fidanzate poco importa, diciamolo, sono tutt’un altra cosa…”

di Andrea Riva

Allora, caro Andrea, prima o poi ci dirai anche cosa sono le borse delle donne? Siamo tutte in attesa di sapere che cosa ci hai trovato – poi, da grande – in quelle delle amiche e delle fidanzate… E perché sono diverse da quelle delle mamme?

Nel frattempo, ecco il mio Risotto allo zafferano nel cestino di Parmigiano
(il cestino non è una borsa, ma sempre concavo e contenitivo è… e questo è di sicuro 
il risotto più buono che ci sia)

Cosa ti serve (per 4 persone):

300 g di riso Carnaroli

1,5 litri di brodo (meglio se di carne)

1 cipollotto

1 cucchiaio di olio evo

zafferano q.b.

1 noce di burro

1 cucchiaio di parmigiano reggiano grattugiato (dai 24 mesi in su) più 100 g per fare i 4 cestini

Come devi fare:

Per prima cosa, allaccia il grembiule e prenditi un momento di raccoglimento: il risotto è una pagina bianca e devi cercare di scriverla al meglio. O, se preferisci, fare un risotto è come ballare: devi sentire il ritmo e lasciarti andare… Poi metti a sobbollire il brodo di carne. Nel frattempo monda e lava il cipollato e quindi taglialo fine fine. Prendi un tegame da risotto, versaci l’olio e il cipollato tritato. Fallo appassire piano piano, dolcemente, guai se rosola troppo: il risotto diventa indigesto e prendo un sapore indegno!

A parte, in una padella rovente ma antiaderente, versa il riso e fallo tostare per alcuni minuti finché, accostando il palmo della mano, senti che è molto caldo. A quel punto versa il riso nel soffritto di cipolla, mescola per insaporire e comincia a irrorare il riso con un mestolo di brodo bollente. Mescola per farlo assorbire e quando il riso te lo chiede versa altro brodo, senza fretta, fino a cottura del riso.

Mentre il riso assorbe piano piano il brodo, prendi un padellino antiaderente ben caldo, versaci dapprima un quarto del parmigiano grattugiato, stendilo sul fondo col dorso di un cucchiaio di legno. Appena il formaggio comincia a fondere, solleva quel sole dorato con una paletta e disponilo sopra una tazza da caffellatte rovesciata e lascia raffreddare il cestino di formaggio. Procedi così per 4 volte (meglio se prepari prima, vicino a te, sul piano di lavoro, 4 tazze uguali…). Una volta seccati e raffreddati i 4 cestini, estrai delicatamente le tazze e disponi ogni cestino sopra un piatto da portata, pronto per essere poi riempito di risotto caldo e dorato.

Quando sei quasi a fine cottura del risotto, sciogli lo zafferano nell’ultimo mestolo di brodo e quindi versalo sul riso, mescola ancora. Spegni, aggiungi la noce di burro che dovrà essere freddissima, meglio ancora se di freezer: ci guadagnerà la mantecatura e ne servirà meno per ottenere un risotto ancor più cremoso.

Versa una porzione di risotto in ogni cestino e servi, caldissimo, cospargendo appena di parmigiano grattugiato.

 

Ti potrebbero interessare anche

6 Commenti

  • Rispondi Claudia 19 Dicembre 2018 a 14:51

    La borsa della mamma racchiude tutto quello di cui un bimbo ha bisogno ,meravigliosa analogia, proprio come questo cesto di Parmigiano, un risotto caldo e gustoso in queste giornate cosi fredde, chissá che bontá. Ora rimane solo scoprire cosa custodiscono di cosí misterioso le donne nelle loro borsette; sarei curiosa di sapere davvero le differenze fra generazioni di donne che da amiche o fidanzate diventano mamme e il contenuto delle loro magiche borse , dal rossetto alle caramelle . Attendo il seguito , intanto provo a comporre questa ‘ borsetta’ di Parmigiano per i miei ospiti, grazie per lo spunto e per la ricetts.

  • Rispondi Gloria Brolatti 19 Dicembre 2018 a 14:53

    Sì, adesso aspettiamo che l’autore ci erudisca sulla borsa delle donne… o perlomeno su cosa ci trova lui…

  • Rispondi Giulia 19 Dicembre 2018 a 15:16

    Nell’attesa di sapere il parere di un maschietto (che diciamocelo anche per noi a volte sono esseri misteriosi e incomprensibili nella loro semplicità) sui segreti nascosti nelle borse delle donne; io prendo spunto da questa buona ricetta che scalda il cuore e la casa in questo periodo di festa.

  • Rispondi Martw 19 Dicembre 2018 a 16:37

    Ottima ricetta, tutta da provare! Semplice e d’effetto come… una bella borsa da sfoggiare. Ma sono davvero super curiosa, a sto punto, di sapere cosa ha trovato l’autore nelle borse da grande… e, soprattutto, che sensazioni hanno evocato ste borsette 😂

  • Rispondi Giulia 19 Dicembre 2018 a 17:02

    In attesa di sapere cosa si nasconde invece nelle borse delle donne..consiglio vivamente questa ricetta che scalda il cuore e la casa in questo periodo di feste!

  • Rispondi Claudia 19 Dicembre 2018 a 21:34

    Curioso scoprire cosa nascondano le borse delle mamme, ancora di più quelle delle amiche o delle fidanzate, di sicuro però sarà ancora più interessante scoprire e gustare questo risotto alla milanese con questa borsetta di Parmigiano così invitante. Grazie Gloria Brolatti proverò sicuramente con i suoceri , certa di fare una bellissima figura. Vogliamo sapere come va a finire questa ricerca sulle “borsette”.

  • Lascia un commento

    

    I MIEI LIBRI

    Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
     

    Logo Operation Smile

    logo smilehouse