Blog Ricette Verdure & C.

Crostata di polenta con ragù vegetariano. In fuga da una cucina disubbidente

10 febbraio 2016

Ho già scritto di polenta. Ma oggi vi voglio davvero stupire con questa crostata di polenta vegetariana e light.

Accompagnata dalla ricetta, ovviamente. E in più qualche personale riflessione. Se, proprio di quelle che poi suscitano tanta solidarietà femminile! Per esempio…

Quando in cucina regna il caos non fuggire. Inventa!

Qui a Milano va così. Il resto del mondo è già a dieta da 2 giorni, e precisamente dal mercoledì delle Ceneri – giorno che per i credenti detta regole restrittive per la gola mentre per le mie amiche laiche segna l’inizio della “prova – bikini” – e qui invece ci si ingozza ancora di chiacchiere e tortelli.

Mentre il Carnevale ambrosiano impazza, e Carlo Conti da quel di Sanremo non è da meno, febbraio corre, così corto e frettoloso, che quasi inciampa su se stesso.

Domenica prossima è già la prima di Quaresima, ma si sovrapporrà a San Valentino, l’inutile festa degli innamorati (e giù ancora dolci, rigorosamente a forma di cuore, però…).

cuori di san valentino, festa degli innamorati

Ehi, non è un dolce questo! Non cercatene la ricetta…

Faccio queste riflessioni tra le quattro mura della mia cucina, divisa tra il caldo abbraccio di un forno brontolone e la cesta fedele delle verdure di stagione. Tra i mestoli appesi in trepidante attesa e il matterello ubbidiente riposto dopo l’ultima sfoglia. Un nido accogliente che sa confortarmi quando sono stanca, consolarmi quando sono un po’ giù e placarmi quando sono arrabbiata.

Perché – diciamolo – hai voglia a cucinare per amore e con amore! C’è sempre quella volta che non trovi più la noce moscata, che la maionese impazzisce o la besciamella fa i bubboni.

E allora la pazienza va in cantina, la poesia si scioglie come schiuma nel lavello e tu vorresti solo fuggire da quella cucina disordinata e disubbidiente. E lasciarti dietro una scia di prosciutto imbustato, di pasta precotta e legumi inscatolati, per volteggiare leggera verso altri lidi.

Poi succede all’improvviso, di rinsavire intendo. È il caso di questa crostata di polenta. Piove forte, fuori. La memoria si ritrova a sfogliare un’immagine: forse era la cover di una rivista di cucina.

E mi torna la voglia di provarci. Di creare, senza ricetta, questo piatto caldo e scolpito, antico e inedito. L’ennesima sfida tra i fornelli, tutta da inventare. Per soddisfare la voglia di freschezza e leggerezza l’ho farcita con il mio ragù vegetariano.

verdure per ragù vegetariano

Le verdure pronte per essere tagliate a minuscoli dadini: quello che ci vuole per mandare via la malinconia e fare ordine dentro di sé!

 

Tante verdure da tagliare a dadini sono proprio quello che ci vuole per rimettere le cose a posto. A mescolare la polenta, poi, torna anche la pazienza. Se però quest’ultima non è il tuo forte, usa pure quella precotta, che viene bene lo stesso!

Ma ecco la ricetta della Crostata di polenta con ripieno di ragù vegetariano

Cosa ti serve (per 6 persone)

1 confezione di polenta precotta

2 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato

2 cucchiaini di sale fino

Per il ragù di verdure:

4 cucchiai di olio extravergine d’oliva

1 carota

2 coste di sedano

4 cipollotti o una cipolla dorata

2 zucchine

1 grossa melanzana

1 grosso peperone giallo e carnoso

20 pomodorini ciliegini

1 patata

2 tazze di passata di pomodoro, meglio se a pezzettoni

1 noce di burro

sale e pepe

 

Come devi fare
Lava e monda tutte le verdure, poi tagliale a dadini: prima la cipolla, che verserai in un’ampia casseruola con 2 cucchiai di olio, poi la carota e il sedano.

Fai andare il soffritto a fuoco lento, mescolando spesso. Taglia a metà i pomodorini e aggiungili al soffritto, sala, pepa e copri a metà, lasciando cuocere lentamente.

Taglia a dadini la patata, il peperone a listarelle sottili, le melanzane e la zucchina a tocchetti. Versa il restante olio in un’altra casseruola, riscaldala e fai andare prima la patata per alcuni minuti, poi i peperoni, che farai appassire mescolando spesso, dopo 10 minuti aggiungi le melanzane e infine le zucchine. Sala, pepa e cuoci per altri 3 minuti.

Unisci ora le verdure della seconda pentola al soffritto, mescola e aggiungi anche la passata di pomodoro, aggiustando di sale. Fai andare ancora per circa 30 minuti, semicoperto.

Quando il ragù è pronto fai la polenta. Imburra una teglia a cerniera che usi per fare le torte. Quando è cotta, versaci parte della polenta fino a riempirla. Con un cucchiaio bagnato con acqua fredda togli l’eccesso di polenta dal centro della tortiera, lascia uno strato sul fondo e livellala attorno ai bordi che devono salire a foderare i lati della tortiera. Cospargi il fondo con un cucchiaio di parmigiano e fai raffreddare.

Distendi il resto della polenta su una placca foderata di carta da forno bagnata e strizzata in uno strato di circa mezzo centimetro, livella e fai raffreddare. Versa il ragù di verdure nella tortiera e ritaglia delle strisce con una rotella dentata dallo strato sottile di polenta. Disponile sulla “torta” col sugo, come se fosse una crostata. Cospargi col restante parmigiano e inforna a 200 gradi per circa 20 minuti; negli ultimi 3 minuti passa alla modalità grill per dorare la superficie. Servila ben calda.

Calda, dorata, succosa e croccante. Qualcos'altro, golosoni?

Calda, dorata, succosa e croccante. Qualcos’altro, golosoni?

 

Ti potrebbero interessare anche

Nessun Commento

Lascia un commento



I MIEI LIBRI

Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
 

Logo Operation Smile

logo smilehouse