Blog Dolci Ricette

Datemi qualcosa di fresco e… ribalterò il mondo! E poi quella insistente voglia di dolce che ti prende… Emozioni da soddisfare (senza troppi sensi di colpa per il girovita) con il Gelato di ricotta e ciliegie

9 Agosto 2020

Questa calda e strana estate non è di quelle di sempre, conviene ammetterlo. Tra una mascherina, un complottista, un negozionista (ma che brutte parole!) e chi ha negli occhi ancora l’odore della paura, tra timori comunque serpeggianti e ricordi tristissimi, tra libertà volatilizzate e crisi economica imperante, come dice Mafalda: “Si può resettare questo 2020? Vorremmo una nuova versione…”.

Di uguale agli altri anni (almeno per me) c’è quella incontenibile voglia di dolce che a volte sai mi prende… E quando fa caldo, dolce ovviamente fa rima con freddo e il tutto fa rima con gelato, forse la cosa più buona che esista (dopo la pizza, sempre per me!). E allora, quando non ne posso davvero più, mi faccio questo che segue: così buono e facilissimo, quasi dietetico per via della sana ricotta, anti sensi di colpa, anti afa, anti… tutto! Anche per chiudere un pranzo estivo, magari su un terrazzo fronte lago o mare, vedete voi cosa vi passa il convento in questa estate post (speriamo) virus…

GELATO ALLA RICOTTA CON LE CILIEGIE (O AMARENE)

 Cosa ti serve: (per 6 coppette)

500 g di ricotta vaccina freschissima
2,5 dl di latte fresco
4 tuorli
120 g di zucchero
1 baccello di vaniglia o aroma vaniglia liquido o in polvere
mezzo limone non trattato
250 g di ciliegie fresche o amarene (anche conservate)
1 cucchiaio di zucchero di canna

Passa la ricotta attraverso un setaccio o un colino a maglie fitte direttamente in una ciotola. Incidi il baccello di vaniglia, nel senso della lunghezza, preleva i semini e aggiungili alla ricotta (oppure aggiungi l’aroma vaniglia). Unisci anche la scorza di limone grattugiata.

A parte monta a lungo i tuorli con lo zucchero, aiutandoti con la frusta elettrica. Aggiungi la crema ottenuta alla ricotta.

Unisci il latte ben freddo e mescola bene, in modo da ottenere un composto perfettamente omogeneo.

Versa il composto in un contenitore ermetico e mettilo in freezer per almeno 3 ore. Ogni ora estrai il contenitore, monta il composto con la frusta elettrica e rimettilo in freezer a raffreddare. Fai questa operazione per 3 volte.

Mentre il composto è in freezer, priva le ciliegie fresche del nocciolo con l’apposito attrezzino e disponile in una padella antiaderente con lo zucchero di canna e il succo del limone. Fai lo stesso con le amarene, se fresche e cuoci a fiamma vivace per 2 minuti con il coperchio e per 3-4 minuti senza. Fai raffreddare. Ma se usi le amarene conservate salta quest’ultimo passato della cottura della frutta. pDistribuisci il gelato di ricotta in bicchieri di vetro trasparente e completa con le ciliegie e il loro sciroppo di cottura oppure con le amarene conservate e il loro sughero.

Ti potrebbero interessare anche

Nessun Commento

Lascia un commento



I MIEI LIBRI

Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
 

Logo Operation Smile

logo smilehouse