Blog Primi Ricette

È il Carbonara Day, ecco allora ben due versioni rivisitate di questo primo piatto inconfondibile e goloso. La prima sono le Penne integrali ai carciofi…

6 Aprile 2020

Affrontiamo anche questa settimana con tutta l’apprensione ma anche il pragmatismo che il duro momento richiede. Io personalmente tra una notizia vera e una falsa, tra una ricrescita (nei capelli) che si fa sempre più ingestibile e una spesa che si fa sempre più complicata, mi rifugio come sempre nella mia linda e rassicurante cucina.

Come in ogni momento di crisi, l’ordine che vi regna mi rassicura. Ho passato in rassegna le (tante) cose da fare, da riporre, da sistemare, e come quasi sempre le ho vezzosamente rimandate. Non ho fatto scorte, anche perché – tra frigo, freezer e dispensa – da me non c’è un solo buchetto libero. Sono perennemente stracolmi, ma questa è una mania mia, il coprifuoco virale non c’entra.

E mi sono rifugiata in un carciofo, anzi in una decina di carciofi. Turgidi e belli, spinosi e sfidanti, si sono lasciati pulire attraverso un’operazione che ormai per me è un rito. Laborioso, lo ammetto: ogni volta capisco perché molte amiche li vengano a mangiare da me, richiedendoli espressamente per cena.

Pulire i carciofi è un esercizio di santa pazienza, che profuma di limone, perché se non vuoi che anneriscano, devi via via tuffarli in acqua fresca acidulata. Perfino la gestione dello scarto abbondante non è cosa da poco: io lo raccolgo in pagine di giornali vecchi, che poi finiscono in pattumiera avvolgendo foglie dure, spine, barbette e filamenti che fan compagnia a notizie ormai superate.

Il cuore del cuore lo mangio crudo, con un poco di olio, qualche scaglietta di grana e una generosa macinata di pepe. Il resto lo salto in padella, con una sfumata di arancia, se è stagione.

Stavolta ne ho utilizzato una parte per completare una carbonara di pasta integrale, eccellente nella sua semplicità.

CARBONARA DI PENNETTE INTEGRALI CON I CARCIOFI

Cosa ti serve:
350 g di pennette integrali;
4 carciofi;
1 limone;
2 tuorli d’uovo;
40 g di pecorino;
100 g di pancetta dolce;
olio extravergine d’oliva;
sale e pepe q.b.

Come devi fare:
Pulisci i carciofi, eliminando spine, foglie dure e barbetta. Dividi ogni carciofo in sei spicchietti e tuffali in acqua con succo di limone. Porta a bollore l’acqua per la pasta. In una padella versa alcuni cucchiai di olio e quando è caldo aggiungi i carciofi ben scolati. Sala e fai rosolare bene, quindi metti un coperchio e cuoci per una decina di minuti.

A parte, rompi le uova in una ciotola, tieni solo i tuorli (con gli albumi arricchisci una frittatina), aggiungi il pecorino e tieni da parte.

In un piccolo padellino fai “sudare” la pancetta tagliata a dadini.

Versa la pasta nella pentola in ebollizione, cuoci per il tempo necessario, scola al dente e, via dal fuoco, condisci con la cremina di uova e pecorino, la pancetta e i carciofi. Servi caldissimo.

Ti potrebbero interessare anche

Nessun Commento

Lascia un commento



I MIEI LIBRI

Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
 

Logo Operation Smile

logo smilehouse