Blog

È nato un nuovo cereale, si chiama Tritordeum, ha qualcosa di sacrale e di molto di buono. Provare queste linguine verdurine e pesce…

26 Ottobre 2015

Un giretto a Golosaria 2015, tanto di già visto, tante golosità e qualche novità davvero degna di nota. Il tempo di provarla ed ecco questo piatto che è davvero squisito: linguine con tagliatelle di carote e fiammiferi di zucchine con cuore di scampo saltato in padella con cognac. Ragazzi, che bontà!

Un piatto creato utilizzando linguine che a loro volta usano una grande novità: un cereale naturale, nato dall’incrocio di grano duro (Triticum durum, ricordarlo perché si capiscono altre cose poi…) e uno speciale orzo selvatico, che nasce spontaneo in Cile e Argentina.

Il risultato finale, che va sotto il nome di Tritordeum (e solo leggendo da dove deriva si capisce questo strano nome!), è un cereale rustico, adatto per la produzione sostenibile: altro motivo per farsi piacere tanto da emoticibo!!

È coltivato in Italia, con tecniche sia convenzionali sia biologiche. Io l’ho trovato allo stand dell’azienda Corte di Rivalta, dalla provincia di Alessandria fino a Golosaria con una infinita serie di golosità pure!

Cos’ha di diverso? È buono, tanto per cominciare, ma tanto buono! Sapore dolce, aroma gradevole, giallo dorato, ottima tenuta di cottura per la pasta. Non ho ancora provato la farina, ma ne ho assaggiato del pane che pareva divino e dei biscotti golosissimi!

Io, ispirata, ho tratto dalle linguine secche il piatto di cui in homepage: che dire? Ha conquistato tutti… In ogni caso, contiene anche meno glutine del frumento tenero, pur senza essere totalmente gluten free; ed è più digeribile. Insomma, finalmente un cereale per chi proprio celiaco non è,ma intollerante sì: questo non crea problemi a chi è soltanto intollerante.

Ricco di uno speciale antiossidante utile alla vista, la luteina, ha più fibre e più proteine della normale pasta.

Ora mi aspetta la frolla per una nuova, golosa crostata!

Quindi, arrivederci a presto con il Tritordeum!

Ti potrebbero interessare anche

2 Commenti

  • Rispondi Edy Tassi 5 Novembre 2015 a 22:22

    Io adoro questi cereali nuovi. Mi hai incuriosita e spero di riuscire a trovarlo quanto prima, magari nei negozi più forniti di alimenti biologici.
    Bacio!

    • Rispondi Gloria Brolatti 15 Novembre 2015 a 22:02

      È anche buonissimo e leggero! baci

    Lascia un commento

    

    I MIEI LIBRI

    Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
     

    Logo Operation Smile

    logo smilehouse