Blog Dolci

Finto Soufflè ghiacciato ai frutti di bosco, per sconfiggere l’insolita calura. E barare un poco, perché la “goduria” fa -18 (gradi)

13 agosto 2018

Temperature che sfiorano i 38 gradi, nel momento in cui scrivo. E cosa vuoi cucinare con questa calura? Fatemi affogare in un mare di panna ghiacciata, lasciatemi tenere le mani immerse fino ai polsi nel secchiello del ghiaccio e magari mettetemi pure un lampone bello gelato in bocca.

È tutto quanto posso sopportare in questi giorni. Anche certi piatti freddi mi fanno ridere quando impera l’anticiclone africano: insalate di pasta o riso, pur servite a temperatura ambiente o di frigorifero, prima necessitano della bollitura dei cereali. E chi ci sta vicino ai fornelli mentre l’acqua bolle? Il termometro della cucina sale di almeno 4 gradi, non ce la posso fare! Per non parlare del forno: i versi dell’Inferno dantesco mi vorticano nella testa se lo accendo.

Niente da fare, a casa mia ora si va di caprese e prosciutto col melone. Se proprio voglio strafare, soddisfacendo gli amici e il mio palato, che nei momenti di crisi volge sempre inesorabilmente al dolce, compongo questo delizioso finto soufflè, che “bara” fin dal nome (del soufflè infatti non ha proprio nulla tranne la forma e lo stampo), non richiede cottura e necessita piuttosto della complicità del freezer. Ma con questo caldo, la goduria fa -18!

Finto Soufflè ghiacciato ai frutti di bosco

Cosa ti serve:
300 g di frutti di bosco misti (lamponi, ribes, more, mirtilli, fragoline);
4 albumi;
1 limone non trattato;
1,5 dl di panna fresca;
100 g di zucchero;
2-3  fette di ananas;
1 kiwi;
sale

Come devi fare:

Avvolgi intorno allo stampo da soufflè una striscia di carta da forno alta quanto il contenitore stesso e piegata a metà, in modo che fuoriesca per circa 1/3 della sua altezza. Legala con spago da cucina, poi metti lo stampo a raffreddare in freezer.

Passa al mixer 150 g di frutti di bosco, filtra il frullato ottenuto con un colino a maglie fitte e ricava 1 dl di succo. Versa il succo in un pentolino con lo zucchero, aggiungi la scorza del limone e cuoci per 5 minuti a fuoco medio, finché il succo prenderà una consistenza sciropposa. Filtra e lascia sul fuoco a sobbollire.

Intanto, monta gli albumi con 1 pizzico di sale. Quando saranno gonfi e spumosi, incorpora a filo lo sciroppo di zucchero bollente, continuando a lavorare la meringa finché sarà raffreddata completamente.

Monta la panna freddissima e incorporala alla meringa, poca per volta, con una spatola e con movimenti dal basso verso l’alto. Versa il composto nello stampo e mettilo nel freezer per almeno 4 ore. Prima di servire, elimina la carta, decora la superficie con i frutti di bosco rimasti, l’ananas e il kiwi a fettine o a dadini.

Ti potrebbero interessare anche

Nessun Commento

Lascia un commento



I MIEI LIBRI

Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
 

Logo Operation Smile

logo smilehouse