Blog Carni Ricette

Il gusto della burla in cucina e un insolito Croccante di vitello in salsa tonnè. Copiato a mia volta e da copiare per l’estate!

12 Luglio 2019

Alla faccia dei gusti vegetariani sempre più dilaganti, ecco una gustosa ricetta di carne. Non è mia, lo confesso. Infatti ho talmente apprezzato la semplicità e la golosità di questo piatto, assaggiato in un ristorantino di quelli giusti dell’hinterland milanese, da tentare di riprodurla. E devo dire con discreto successo.

È un piatto intrigante perché si svolge su tre livelli: la memoria, infatti ricorda la cotoletta e quindi rispetta la più classica tradizione milanese; la gola: in quanto appaga anche gli appetiti più robusti con il suo gusto pieno; la burla: questa pietanza si prende gioco di chi la ordina, perché di fatto è la rivisitazione di un piatto forte dell’estate come il vitel tonnè, senza esserlo. Anzi, è una sorta di presa in giro del vitel tonnè, fatto quasi a cotoletta, meno vintage, più moderno, gustoso con scaltrezza. Insomma, dentro c’è tutta Milano…

E non è fritto, come potrebbe sembrare, bensì è cotto (tutto sommato velocemente) al forno, per un risultato finale decisamente più leggero, nonostante l’allettante croccantezza.

Come a volte mi succede, me ne sono innamorata perdutamente perché il mix di quei tre fattori rivela soprattutto l’intelligenza di chi abita la cucina di quel ristorante, e cerca di offrire un piatto diverso, con consistenze sorprendenti, dal sapore che alla fine sa di casa: il vitello, il tonno, la morbidezza della salsa in cui anneghi i dispiaceri e la panatura furba e ammiccante. Indispensabile che la carne sia tenerissima.

Ma le frequentatrici abituali di un buon macellaio, sapranno farsi servire la fettina giusta! Anche di questi tempi… vegetariani.

Croccante di vitello in salsa tonnè

Cosa ti serve (per 4 persone):

4 fette spesse di vitello tenerissimo;
80 g di grissini;
2 uova;
1 scatoletta di tonno;
1 cucchiaino di capperi sotto sale;
3 alici sott’olio;
2 cucchiai di maionese;
olio extravergine d’oliva q.b.;
sale dolce di Cervia in scaglie

Come devi fare:

Sbriciola i grissini non troppo fini e sbatti le uova.

Passa le fette di vitello prima nell’uovo e poi nei grissini sbriciolati.

Disponi le fette impanate in una pirofila unta di olio e cuocile in forno caldo a 200 gradi per circa 20 minuti, prima coperto con un foglio di alluminio, poi scoperto, per ottenere una bella doratura.

Nel frattempo passa al mixer il tonno, le alici ben scolate dell’olio, i capperi ben risciacquati del sale e frulla fino a ottenere una morbida salsina.

Versa la salsa ottenuta in una ciotola e mescola con la maionese, quasi a montare il tutto, affinché diventi soffice e ancora più morbida.

Suddividi la salsa in 4 piatti e disponi su ognuno la fettina di vitello croccante, cospargendo di scaglie di sale dolce di Cervia; servi tiepido.

 

Ti potrebbero interessare anche

Nessun Commento

Lascia un commento



I MIEI LIBRI

Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
 

Logo Operation Smile

logo smilehouse