Blog Primi Ricette

L’attesa è snervante, e io non imparerò mai l’arte del saper aspettare. E poi il caldo incalza… Piccole crudeltà da contrastare con i carboidrati giusti. Come questo Orzo estivo con peperoni e melanzane, buonissimo anche freddo

7 Luglio 2019

Sono un tipo che morde la vita, in tutti i sensi. Ma amo avere sempre tutto sotto controllo (dagli eventi salienti alle scorte in dispensa), sono una fanatica dei programmi – anche a lungo termine – ma soprattutto la pazienza non è il mio forte…

Eppure ci sono sfide nella vita che a volte ti impongono di vivere alla giornata, che ti insegnano l’arte sopraffina del saper aspettare, che si prendono in mano la barra della tua vita e la indirizzano dove gli pare e tu manco conosci la direzione.

Così aspetti, aspetti, aspetti… Che tutto questo succeda d’estate, con le temperature che salgono ogni giorno di più, è solo un’ulteriore e sottile forma di crudeltà per me che odio il caldo, specie in città.

Eppure anche le attese, e l’impossibilità di controllare gli eventi, possono avere un loro sottile fascino. Succede quindi che ti lasci benevolmente cullare dall’imperscrutabile, come se fossi su un’amaca posta all’ombra ventilata di una grossa palma.

Salvo che non sei in spiaggia, bensì in cucina, stanza in cui – ho scoperto – tutto mi viene meglio, anche aspettare.

Così, nel controllare la dispensa e le sue scorte in vista dell’estate e di auspicabili partenze, ho finito col trovare una solitaria confezione di orzo perlato. La data di scadenza ne imponeva un consumo a breve termine. E dunque la sua esistenza è stata subito collocata all’interno di una gustosa e fresca ricetta, adatta alla calura di questo solstizio d’estate. Complice il cestone di verdure estive dell’orto, situato nella zona più fresca della cucina, e trionfante di gialli e carnosi peperoni, lucide melanzane e un mazzo violaceo di profumatissima cipolla di Tropea.

Con il pragmatismo culinario che mi è proprio, ho convocato tutti questi deliziosi ingredienti per comporre l’insalatona che segue.

Che di vantaggi ne ha parecchi: può essere consumata anche tiepida o fredda; è un gustoso piatto unico; si conserva benissimo per il giorno dopo, in caso di imprevisti…

Orzo estivo con peperoni e melanzane

Cosa ti serve: (per 4 persone):
300 g di orzo perlato;
2 melanzane lunghe;
1 peperone giallo;
1 zucchina;
1 cipolla di Tropea;
mezzo bicchiere di olio extravergine d’oliva;
sale e peperoncino macinato; foglie di basilico q.b.

Come devi fare: Risciacqua l’orzo sotto l’acqua e poi versalo in una pentola con mezzo litro di acqua ogni 100 g di orzo.Porta a ebollizione e cuoci per circa 40 minuti, salando solo alla fine. Nel frattempo lava e taglia a listarelle fini il peperone e la melanzana a fettine molto sottili. Lava, monda a taglia a dadini la zucchina. Affetta sottile anche la cipolla. In una padella antiaderente versa due cucchiai di olio e la cipolla; fai rosolare e aggiungi i peperoni. Metti un coperchio e falli stufare per circa 15 minuti. A parte, in un’altra padella, versa altri due cucchiai di olio e poi le melanzane. Sala e metti il coperchio per far stufare anche le melanzane, mescolando di tanto in tanto. Dopo circa 10 minuti, aggiungi le melanzane e la zucchina ai peperoni e prosegui la cottura, tutto insieme, per altri 5 minuti, lasciando insaporire. Aggiungi il basilico stracciato con le mani, aggiusta di sale e di peperoncino (a piacere). Scola l’orzo bollito, condiscilo con l’olio avanzato,  sgranalo con una forchetta, aggiungi le verdure e mescola.

 

Ti potrebbero interessare anche

Un commento

  • Rispondi Miriam 8 Luglio 2019 a 16:54

    Emoticibo è sempre fonte di ispirazione in cucina. Con freschezza e sincerità. Stasera proviamo la ricetta con l’orzo 🥰

  • Lascia un commento

    

    I MIEI LIBRI

    Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
     

    Logo Operation Smile

    logo smilehouse