Blog Carni Ricette

Nasce un connubio: cibo e gioielli. E cominciamo con questa zucca di Buccellati per finire nella squisita Padellata di zucca e salsiccia con patate e radicchio. Passando per la tivù

29 ottobre 2018

Bella eh questa zucca-gioiello? L’ho ammirata nel negozio del gioielliere Buccellati, a Milano, in via Montenapoleone. E l’ho scelta come simbolo per anticipare un connubio che diventerà molto importante nei prossimi giorni: quello tra cibo e gioielli a cui sto per dedicare un grandissimo evento charity, a favore di Operation Smile Italia onlus (www.operationsmile.it)

Zucca regina di ottobre, un mese che merita tutta la nostra affettuosa considerazione, anche nel finale che rimane ogni anno ingarbugliato nelle maglie di Halloween, ricorrenza importata in un giorno che anticipa però, per noi, le festività dei Santi e dei Morti, sacre dalle mie parti, in Romagna.

Amo ottobre per le sue mattine di sole che hanno il sapore croccante dell’aria fresca e il tepore tenue del sole che ci prova a riscaldare ancora ciò che sfiora. Per le sue nuvole, quando si stagliano nel cielo azzurro pallido, che sembrano cucchiaiate di albume montate a neve.

Chissà se anche le giornate d’ottobre vanno mescolate dall’alto in basso, affinché non si smontino… Ottobre è tempo di mele appena raccolte, di legna appena accatastata, di comignoli appena accesi.

È tutto un “appena” e un “non ancora” questo mese serio e leggero, quasi sospeso, che ci accompagna timidamente e con dolcezza verso le asperità dell’inverno, portandoci a calpestare foglie che ubbidiscono docili alle leggi di gravità e di stagione.

Portatrici sane, le foglie, di colori che – dall’anno prima – non abbiamo più visto dai vetri del tram, dalle finestre o nel sentiero di periferia: rosso, arancio, ruggine, giallo oro, bordò… Ecco, ottobre è questo: una tavolozza che orna le nostre teste indaffarate e si lascia pestare dai nostri piedi sempre di corsa.

I colori dell’autunno hanno un’armonia innata, non “cozzano” mai tra di loro, riscaldano le mani appena infreddolite e il cuore che si spera non infreddolisca mai (a volte invece succede). E a proposito di colori autunnali, spicca su tutti l’arancio della zucca, un ingrediente tra l’altro di questa strepitosa padellata.

Grande zucca! Che fa tanto bene anche alla salute e di cui ho parlato di recente perfino in tivù, alla trasmissione Angoli, condotta dalla bravissima Dolores Longhi, su Espansione tv:

L’adorto, perché è versatile in cucina, ha un colore che innamora, poche calorie e fa tanto bene alla salute.

Con l’ortaggio di stagione per eccellenza, si tengono infatti sotto controllo la pressione del sangue e il diabete di tipo 2. E grazie alla sua azione sugli zuccheri, la zucca fa anche dimagrire.

Insomma, l’ortaggio di Halloween è davvero magico. Con pochissime calorie nutre, sazia e comporta innumerevoli benefici per il metabolismo degli zuccheri e la circolazione del sangue. Tant’è che si è rivelato l’ortaggio più ipotensivo che c’è al mercato.

 

Zucca, buona e fa bene: abbassa perfino la pressione

Le proprietà antidiabetiche e antipertensive della zucca sono state provate da uno studio realizzato dai ricercatori dell’Università del Massachusetts, pubblicato sul Journal of Medicinal Food. Oggetto di studio i nativi americani, tra i quali malattie come diabete di tipo 2, ipertensione e obesità avevano un’incidenza particolarmente alta. Il sospetto dei ricercatori era che ciò fosse dovuto a un brusco cambiamento di alimentazione da parte di queste popolazioni, che nei decenni sono passate da una dieta essenzialmente a base di zucca, mais e fagioli a un’alimentazione ipercalorica, troppo ricca di zuccheri, cereali raffinati e grassi saturi: li hanno fatti mangiare come i loro antenati e i valori sono ben presto rientrati nella norma. La ricerca è importante perché ha dimostrato che l’alimento che più ha aiutato le persone a combattere diabete, ipertensione e obesità è stata proprio la zucca.

E tiene sotto controllo gli zuccheri nel sangue

Questo ortaggio si è rivelato infatti l’alimento più efficace nel controllo del metabolismo degli zuccheri, e quindi nel mantenere regolari i livelli di glicemia nel sangue e nel favorire un riequilibrio del peso corporeo. Dati confermati anche da un’altra ricerca sulle virtù antidiabetiche della zucca, pubblicata di recente sulla rivista Chemistry and Industry. Secondo quest’ultimo studio, grazie alla sua proprietà di riparare le cellule pancreatiche danneggiate dal diabete, la zucca potrebbe essere impiegata in futuro addirittura in forma di estratto, come efficace sostituto dell’insulina.

Perché la zucca fa tanto bene

La zucca è ricca di sostanze antiossidanti e di beta-carotene, a cui deve il suo colore arancione. Il betacarotene è un potente anti-aging, che aiuta l’organismo nei processi di rigenerazione cellulare e nel ritardare l’invecchiamento di cellule, organi e tessuti. La polpa di zucca contiene anche molte vitamine e in particolare la A, legata all’azione del betacarotene, poi la E e la C, tutte antiossidanti. Infine, per i sali minerali presenti, la zucca è diuretica e aiuta l’organismo a liberarsi dei liquidi in eccesso. Inoltre è d’aiuto nelle diete dimagranti in quanto – oltre a regolare il metabolismo degli zuccheri e della glicemia – apporta solo 26 calorie ogni 100 grammi.

Hai mai provato il succo di zucca?

Con la zucca si possono ottenere ottimi centrifugati e da questo ortaggio si può anche ricavare un salutare succo, che aiuta in caso di ulcera e di acidità dello stomaco. Molti ne consigliano il consumo tre volte al giorno, un’ora prima dei pasti. Il succo di zucca è consigliato anche a chi soffre di insonnia, poiché la zucca è un vero comfort food e contiene sostanze che favoriscono il rilassamento.

La zucca in cucina: come sceglierla e come mangiarla

All’acquisto la zucca dev’essere soda e matura: il picciolo deve essere ben attaccato all’ortaggio e non rigido. E la buccia non deve presentare ammaccature. Chi la compra già affettata o a tocchetti, dovrà accertarsi che il frutto sia sodo e che i pezzi siano un po’ umidi. La zucca intera si conserva in ambiente fresco anche per mesi. La polpa può essere congelata, dopo una sbollentatura di pochi minuti.Buonissima al forno, cotta al vapore, fritta, nei risotti o come condimento per la pasta, può essere abbinata ad altre verdure, come spinaci e porri, formaggi, mandorle, funghi e tartufi per accoppiate da veri gourmet.

PADELLATA DI ZUCCA CON SALSICCIA, PATATE E RADICCHIO

Cosa ti serve (per 4 persone)
600 g di salsiccia di maiale, a nastro;
400 g di zucca senza buccia;
1 caspo di radicchio rosso;
3 patate;
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
sale e pepe

Come devi fare

Lava le patate e mettile a bollire per circa 20 minuti. Nel frattempo, lava e taglia a listarelle il radicchio; taglia a dadini piccoli la zucca. Taglia a tocchetti la salsiccia, che cuocerai a parte in un padellino antiaderente, senza grassi, finché diventa dorata. Spegni e tieni da parte. Scola le patate, spellale e tagliale a tocchetti. In un’altra padella più ampia versa l’olio, fai andare la zucca per circa 10 minuti, aggiungendo pochissima acqua se serve per farla diventare morbida senza che attacchi. Quindi aggiungi le patate per altri 10 minuti e infine il radicchio, a cui basteranno 5 minuti per appassire: il tutto con il coperchio. Sala e pepa le verdure, aggiungi la salsiccia, privata del grasso di cottura, mescola e fai andare ancora pochi minuti tutto insieme. Spegni e servi la padellata caldissima.

 

 

Ti potrebbero interessare anche

Nessun Commento

Lascia un commento



I MIEI LIBRI

Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
 

Logo Operation Smile

logo smilehouse