Blog Primi

Passatelli romagnoli alle vongole con riccioli di burrata. Per donne sandwich

13 agosto 2018

Le riviste femminili quelle della mia età le chiamano così: donne-sandwich, schiacciate tra figli più o meno adolescenti e genitori anziani. Se mi senta come il prosciutto, il formaggio o il pane che tutto contiene, non è chiaro.

Mi è invece assai chiaro il concetto: chi spinge da una parte, chi dall’altra e noi mamme in mezzo, specie in vacanza, a soddisfare i bisogni di tutti quando tutti vantano le proprie insindacabili esigenze.

Io, che faccio fatica a salvare il mio cono d’ombra nell’ombrellone spiaggiato del week end, e l’ultimo sabato l’ho trascorso con le ginocchia in bocca, seduta metà nel lettino del marito e metà in quello del fidanzato della figlia che poverino si era ustionato al sole, forse più che prosciutto mi sento acciuga (ancorché tornita anziché magra come un’acciuga), così ben pressata tra le urgenze dei beneamati.

In compenso riesco a fare due docce. Al rientro dalla spiaggia tocca a me, perché i ventenni si stendono subito sul divano con l’apparente necessità di una flebo ricostituente; la nonna, finché non ha finito le parole crociate non dà segni di vita; il marito: “lasciami riprendere un attimo…” Così mi fiondo io, che dopo ho da fare (in cucina, of course).

Ma quando anche la cucina sta per scivolare nel giusto riposo notturno, spesso scelgo di fare la seconda doccia per cercare di ripulire il lago che i miei conviventi hanno provocato nei bagni.

E poi la convivenza estiva mica si limita a evidenziare i bisogni terreni: c’è chi l’ha fatta grossa e cerca la benedizione genitoriale; c’è la nonna che ripropone lo sfogo-litania “badante sì, badante no”; c’è il marito che si lamenta del figlio che l’ha fatta grossa e della nonna che non vuole la badante.

A questo punto, ma quale donna sandwich? Ci vogliono due spalle robuste come questo primo piatto per reggere mocho, scopone e confidenze delle 2 di notte!

Passatelli alle vongole con ricciolo di fresca burrata

Classico latticino comfort food, la morbida e goduriosa burrata e una grande complice di gusto. Non credevo stesse così bene col pesce, invece ho dovuto ricredermi…

Cosa ti serve (per 6 persone):

6 uova,
350 g di pangrattato,
250 g di parmigiano,
noce moscata,
1 kg di vongole,
1 spicchio di aglio,
2 litri di brodo vegetale già pronto,
olio q.b., sale e pepe,
1 burrata da 300 g.

Come devi fare:

Spurga le vongole in acqua salata, cambiandola almeno due volte. Nel frattempo versa uova, pangrattato e parmigiano in un’ampia ciotola e comincia a impastare i passatelli, con una grattata di noce moscata e poco sale; trasforma l’impasto in una palla, copri con pellicola e metti in frigo a riposare almeno mezz’ora.

Versa le vongole in una padella con olio e aglio, copri e fai aprire in 5 minuti (butta quelle rimaste chiuse). Estrai le vongole e mettile in un tegame a parte, filtra il loro sugo di cottura e tienilo da parte.

Porta a bollore il brodo vegetale e, con lo schiacciapatate, ricava passatelli dall’impasto: tuffali direttamente nel brodo bollente per pochi minuti.

Scola i passatelli, versali nella padella delle vongole a cui aggiungerai via via il loro sugo filtrato per mantecare e impiatta decorando con un ricciolo di burrata.

 

 

Ti potrebbero interessare anche

Nessun Commento

Lascia un commento



I MIEI LIBRI

Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
 

Logo Operation Smile

logo smilehouse