Italia in Cucina

Torta di mandarino tardivo alla ricotta, una leggera bontà realizzata con la ricotta fresca del Consorzio Italiano della Mozzarella. Una fetta tira l’altra!

26 Febbraio 2018

Voglia di dolce, in questo pungente scorcio finale d’inverno. E così, tra un succulento mandarino tardivo di Ciaculi e una morbida e fresca ricotta del Consorzio Italiano della Mozzarella, è nata questa mia soffice e golosissima torta.

La casa sai è riempita di un aroma dolcissimo e irresistibile già mentre il dolce lievitava in forno. E in casa tutti pregustavano questa delizia che va benissimo a merenda con il tè, a colazione la mattina o per chiudere un pasto, anche con ospiti.

Lo zucchero a velo che scende alla fine ricorda la neve che quest’anno è scesa abbondante in gran parte del Paese. E il profumo di questo delicatissimo comfort food riempie il cuore.

Oltretutto, il mandarino tardivo è l’agrume che arriva per ultimo nel corso della stagione, e ha preso per sé tutta la dolcezza della terra. Così, non smentisce il proverbio dulcis in fundo!

9145f60f60d67c96c9a0bfde5c5b26e0-1

Il mandarino in generale è infatti il più dolce tra limoni, cedri, arance, pompelmi e Co. Il mandarino tardivo di Ciaculli, in provincia di Palermo, in particolare è un presidio Slow Food: il frutto prende il nome dalla borgata in cui è stato scoperto. Ha un periodo di maturazione che arriva più tardi rispetto alla stagione degli agrumi. Questa particolare specie, di stagione proprio adesso, è più ricca di vitamina B1 e B2, che stimolano l’organismo come un ricostituente”, migliorano la digestione, il funzionamento dell’apparato respiratorio e sono di aiuto al sistema nervoso. Ma il mandarino tardivo in genere è un’ottima fonte di vitamina C, come tutti gli agrumi. In particolare, contiene una buona percentuale di potassio, un prezioso minerale per il benessere del nostro organismo.

Naturalmente si può gustare così com’è: succoso, profumatissimo, dolce, si distingue dalle clementine anche per la presenza di semi. Ma è pure assai versatile in pasticceria e quindi adatto come ingrediente per i dessert, come questa mia torta. Che preparo spesso  – e il cui impasto si può declinare anche in morbidi e golosi muffins – perché è semplice e davvero buona. Allo zucchero bianco preferisco quello di canna e, spesso, anziché la farina 00, uso quella integrale: fate come volete, il risultato non delude mai.

L‘altro ingrediente-meraviglia di questa mia golosa torta è la ricotta, che si ottiene dal siero, la parte liquida che si separa dal caglio durante la produzione dei formaggi.

La ricotta fresca del Consorzio Italiano della Mozzarella: appena fatta!

La ricotta fresca del Consorzio Italiano della Mozzarella: appena fatta!

Soffice e bianca, la ricotta è un latticino, ma non è un formaggio! È un prodotto tipico italiano, e quella del Consorzio Italiano della Mozzarella è garantita ed è buonissima anche da mangiare così.

_DSC3088

Ma bando alle ciance, veniamo alla ricetta!!!

La mia torta facile al mandarino tardivo

Cosa ti serve

300 g di farina 00

3 uova

3 mandarini

200 g di zucchero di canna

150 g di ricotta vaccina fresca del Consorzio Italiano della Mozzarella

mezzo bicchiere di olio extravergine d’oliva

1 cucchiaino di scorza di mandarino bio

1 bustina di lievito per dolci

1 noce di burro per la tortiera

poco zucchero a velo da spolverizzare

Come devi fare

Accendi il forno a 180 gradi. Spremi il succo di 3 mandarini ed elimina i semi. Rompi le 3 uova, dividendo gli albumi dai tuorli. Monta questi ultimi a neve e tieni da parte. Versa nella planetaria i tuorli con lo zucchero e monta il tutto per 5 minuti. Dopodiché aggiungi l’olio e la ricotta e fai andare ancora le fruste della planetaria.

Setaccia la farina con il lievito, aggiungili al composto, incorpora il succo di mandarino e la scorza e continua a montare l’impasto finché è liscio e omogeneo. Ora incorpora gli albumi montati a neve, mescolando dal basso verso l’altro, per non smontarli.

Imburra una tortiera, versaci l’impasto e inforna per circa 35 minuti, o in base al tuo forno.

Estrai la torta e spolverizzala con zucchero a velo ed eventualmente un mandarino mondato.

 

 

Ti potrebbero interessare anche

Nessun Commento

Lascia un commento



I MIEI LIBRI

Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
 

Logo Operation Smile

logo smilehouse