Blog Ricette Verdure & C.

Un ortaggio ci salverà! E se nasce da un fiore così, che sapore divino saprà avere? Ecco il mio cardo in teglia alla crema di gorgonzola

21 Febbraio 2020

Li amo tantissimo. A parte che mi chiedo: come si fa a non amare un vegetale che nasce da un fiore così? Se tanto mi dà tanto, dev’essere divino… E io li amo i cardi per la loro supponenza, invadenza, croccantezza… e per quell’inconfondibile gusto amaro che poi, nel cuore, finisce con l’essere quasi dolce.

Adoro il cardo come adoro l’inverno, che quest’anno non c’è stato.

E se il cuore – o le coste più tenere – me le tengo per un goloso pinzimonio, il resto di questo ortaggio intricato, grande (sui banchi del super o del mercato supera tutti gli altri!), bianco tendente al verde, profumato di freddo, me lo pulisco a dovere e lo cuocio in mille modi.

Il più semplice? Dopo aver tolto i tanti filamenti, costa per costa, lo taglio a pezzetti non troppo piccoli e li immergo in acqua gelata e succo di limone appena spremuto. Poi lo tuffo in una pentola di acqua a bollore, lo cuocio finché è tenero, lo scolo bene e lo salto in padella con un bel trito di aglio e prezzemolo. Un po’ di sale a fine cottura (sennò rilascia troppa acqua), un pizzico di pepe et voilà: il mio cardo in padella all’aglio che conforta e nobilita molte sere invernali. Me l’ ha insegnato la mia amica Adele, che di cucina (semplice e buona) se ne intende e vi invito a provarlo!

Ma oggi lo propongo in teglia per un delizioso antipasto, o secondo vegetariano. Altrettanto goloso, molto lombardo per via del gorgonzola, formaggio altrettanto amato… Facile, buono, veloce… da servire caldissimo!

Teglia di cardi al gorgonzola

Cosa ti serve:
2 cardi “gobbi”;
100 g di gorgonzola morbido e dolce;
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva;
2 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato;
1 cucchiaio di pangrattato;
1 limone;
sale q.b.

Come devi fare:
Monda il cardo riducendolo a tocchetti lunghi e stretti, che verserai via via in una ciotola di acqua fredda con il succo del limone, perché non anneriscano. Nel frattempo porta a bollore una pentola d’acqua e quindi buttaci il cardo pulito; sala e cuoci per circa 20 minuti. Accendi il forno a 200 gradi, scola il cardo sbollentato, ungi una teglia, fai un primo strato di cardo e quindi disponi il gorgonzola a fiocchetti fino a coprirlo. Poi fai un altro strato di cardo e di gorgonzola. Completa con il parmigiano e il pangrattato, inforna a 200 gradi per circa 15 minuti, finché si forma la crosticina. Servi caldissimo.

Ti potrebbero interessare anche

Nessun Commento

Lascia un commento



I MIEI LIBRI

Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
 

Logo Operation Smile

logo smilehouse