Blog

Bollito in corso nella mia cucina. E stasera caplett! (ovvero: cappelletti, in brodo of course…)

23 Aprile 2015

Il bollito che va, le piantine sul balcone che crescono… una gran malinconia: non so perché, si volatizzerà stasera, con gli amici, davanti a una fondina fumante di cappelletti in brodo. Questi, per intenderci.

cappelletti

Sono crudi, ovviamente. Poi nel brodo si gonfieranno un poco, ma solo in bocca rilasceranno quel goloso ripieno che sa di parmigiano, ricotta e noce moscata; tenuto insieme dall’uovo, che dà anche quel bel colore alla pasta, pardon alla sfoglia, da cui pazientemente sono ricavati i quadratini che si chiudono, con sapiente e amorevole manualità, attorno a una noce di ripieno.

E cumpans, diceva mia nonna in dialetto. Tradurlo? Impossibile. È il ripieno, in italiano. Stop. Ma un ripieno che è poesia, che ha profumo, che è morbido e sodo insieme, buonissimo anche crudo, come sanno tutti i bambini dalle mie parti (ammesso che oggi, anche dalle mie parti, nonne e mamme trascorrano quelle 5/6 ore a fare cappelletti a mano!).

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply