Blog

Groupon per Telethon e lo show coooking con Simone Rugiati, Chiara Maci e… io!

1 Maggio 2014

Che serata ragazzi! È stato molto bello lo show cooking organizzato da Groupon per Telethon, con testimonial lo chef tivù Simone Rugiati e la nota food blogger Chiara Maci. In pratica, dal 5 all’11 maggio Groupon riceve le solite prenotazioni online per 60 ristoranti forchettati e stellati in tutta Italia e dona 5 euro per ogni prenotazione che andranno alla Fondazione Telethon, quella della maratona televisiva. Da 20 anni in prima linea nella ricerca delle malattie genetiche! Un’occasione speciale riservata alla clientela digital, che unisce alta cucina e solidarietà. Del resto, in linea con la vocazione charity di Grupon, come ha sottolineato l’International vice President Giuliomario Limongelli durante la serata di presentazione dell’evento.

Potevo non parlarne? Come ormai tutti sanno, è proprio lo spirito di questo blog! L’obiettivo è raccogliere 80.000 euro! Cliccate, ordinate, mangiate benissimo e sarete buoni. Nelle foto che seguono, ci siamo io e Luca, un bravissimo scienziato e ricercatore Telethon, che lavora pressol’Ospedlae San Raffaele di Milano. Poi c’è mia figli a Benni in un selfie con Simone Rugiati di Cuochi e Fiamme e i due piatti clou della serata: carciofi saltati con crema di caprino all’aceto balsamico e un risotto gamberi e lime, dibino. Cosa ci facciamo grembiulati? Stiamo cucinando, ovvio. Il primi piatto è quello prorposto dalla blogger, anche volto tivù, e il risotto è firmato Rugiati.
Io le ricette ve le giro! Non posso privarvi di tanta bontà! Ma prima le foto.

emoticibo io e Luca

emoticibo la Benni con Rugiati

emoticibo risotto rugiati gamberi e lime

E ora le ricette: Crema di caprino al balsamico su un letto di carciofi croccanti
Pulire 8 carciofi, e tagliarli a listarelle fini. Gettarli in padella con poco olio e renderli croccanti, aggiungere sale e pepe a piacere. A parte, preparare la crema di caprino con 2/3 caprini, poco olio e pepe. Mettere la crema in una sac-a-poche. Impiattare i carciofi, porzionati; sopra ogni piattino disporre la crema di caprino dalla sac-a-poche, irrorare con poche gocce di aceto balsamico (di quello denso e buono!).
E ora:
Risotto al mojto con gamberi

Cosa ti serve (per 4 persone)

  • 320 gr di riso Carnaroli
  • 500 gr di gamberi freschi
  • menta fresca
  • 1 lime
  • 1 porro
  • 1 carota
  • 1 sedano
  • olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe
  • 12 cubetti di ghiaccio
  • 40 gr di burro
  • mezzo bicchiere di rum non troppo invecchiato (massimo 3 anni)

Cosa devi fare

Sguscia i gamberi, conservali a parte. Coi gusci prepara la bisque, cioè una specie di brodo ristretto di pesce per tirare il risotto. Lo fai così. Metti in una pentola oliata le verdure tagliate a tocchetti, li fai rosolare poco e aggiungi i gusci dei gamberi, che fai tostare bene, in modo tale che rilascino sughetto e profumo. A questo punto aggiungi il ghiaccio e anche acqua ghiacciata; fai andare coperchiato per circa mezz’ora, aggiungi un rametto di menta e lo tieni sempre in caldo, sui fornelli al minimo.
Taglia il porro a listarelle fini, fallo stufare con metà del burro e un poco di olio nella casseruola dove poi andrai a preparare il risotto e a un certo punto lo sfumi con il rum. A parte fai tostare il riso, quando è traslucido, nella casseruolo col porro. Porta il risotto a cottura, aggiungendo via via mestoli di bisque. Intanto tagliuzza i gamberi a tartare tranne 8, che pesterai a due a due con il pestacarne, ponendoli tra due forgli di carta da forno prima oliati: devi ottenere un “foglio” di gamberi sottilissimo quasi trasparente. Tieni tra la carta, a parte. A fine cottura del risotto, passa tra le mani sopra la pentola un rametto di menta e poi aggiungila al risotto; prima di spegnere versa i gamberi a tartare, spruzza il succo di mezzo lime e spegni. Dopodiché aggiungi il resto del burro e la buccia dell’altro mezzo lime, tritata finemente, come polvere.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply