Pesci Primi

Zuppetta di cozze dell’Agnese e quella mia

16 Giugno 2014

La mia cara amica Agnese, che spero di vedere presto nella ‘nostra’ magica Isola d’Elba, mi manda questa deliziosa ricetta, che volentieri pubblico. Ma non chiedetemi cos’è la nepitella! Glielo chiederò quando la vedo. Oppure se riesco a informarmi prima, ve lo svelerò: un po’ di suspance, suvvia…
Zuppetta di cozze al profumo di nepitella

Lavare le le cozze e cuocerle qualche minuto per farle aprire, e poi filtrare la loro acqua. In una pentola larga e bassa far rosolare prezzemolo, aglio e peperoncino aggiungendo un po’ di polpa spezzettata di pomodoro e un po’ della loro acqua.
Ora adagiare le cozze con una sola valva in questo sughetto, eventualmente salare, farle cuocere qualche minuto aggiungendo qualche fogliolina di nepitella. Servire con fettine di pane tostato.

<Non so se usi la nepitella> mi scrive Agnese. <Cresce spontanea nei campi e viene usata soprattutto per cucinare le lumache ma è ottima anche nei funghi trifolati e nelle melanzane. Ricordo, da bambina, quando andavo con mia nonna a prendere i lumachini attaccati agli steli dell’erba e si sentiva l’odore inconfondibile della nepitella. Ho nostalgia anche di quei piatti tipici a base di lumache che cucinava mia nonna , perché non li ho più mangiati>. Grazie cara amica mia, anche per il ricordo al profumo di nepitella che ci hai regalato.

emoticibo zuppa cozze ceci

E adesso una ben più prosaica zuppetta di cozze e ceci, quella della voglia (di mare) e della fretta (la solita, che mi impedisce di avere subito lì, a portata di mano le cozze fresche o i ceci ‘veri’! Ma è tanto buona lo stesso! Eccola:
Quando ho tanta voglia di pesce a zuppetta, ma ho fretta, prendo dal freezer un sacchetto di cozze belle grosse e già pulite. Ancora surgelate, le verso in un bel tegame con poco olio e uno spicchio di aglio tritato, le faccio rosolare, aggiungo una confezione, scolata e sciacquata, di ceci, aggiusto di sale e pepe, faccio andare per nemmeno 10 minuti (se è il caso aggiungo mezza tazza di acqua calda, mescolo, spengo e cospargo con un mix di basilico, finocchietto e erba cipollina freschi e tritati al momento. Quando ho un po’ più di tempo e le cozze fresche, meglio. Se poi ho il tempo di cuocere il cece (due ore), meglio ancora! Ma questo piatto è buono anche nella versione speedy!
Dimenticavo: taglio alcune fette di buon pane casereccio e le faccio abbrustolire per gustarle insieme con la zuppetta!

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply