Primi

Sabato sera amici a cena: risottino al mojito e insalata di gamberi e pesche!

13 Agosto 2014

emoticibo risotto mohito

emoticibo gamberi e pesche

emoticibo tost riso

Il risottino al moijto, lime e mentuccia non è una mia invenzione: è di Simone Rugiati, e mia figlia ha imparato a farlo con lui a uno showcooking. Io l’ho rifatto così (era buono, è stato molto apprezzato!). E, per la stagione estiva, lo consiglio spassionatamente, perché è fresco anche se è pur sempre un risotto.

Cosa ti serve (per 4 persone)

  • 340 gr di riso Carnaroli o Acquerello (quello che ho usato io divino!)
  • mezzo bicchiere di rum
  • 1 lime
  • 2 rametti di mentuccia
  • 20 gr di burro
  • 1 cipollotto o scalogno
  • olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe

Cosa devi fare

Comincia a pulire lo scalogno (o cipollotto) e affettalo fine fine. Prendi il tegame del risotto, mettici 2 cucchiai di olio, facci appassire lo scalogno o il cipollotto. Lava il lime e tienilo da parte. Intanto metti a bollire un pentolino di acqua in cui verserai, quando bolle, un poco di sale grosso (fa da brodo, se poi non è abbastanza salato, aggiungi sale, ma parti con poco, perché il riso assorbe molto i sapori). Dentro, poco prima di cominciare a usare l’acqua, mettici il rametto di mentuccia, che poi toglierai. A parte, in una padella di ferro rovente (vedi foto) metti a tostare il riso. Dopo 3/4 minuti è pronto e lo versi nel tegame del risotto (dove c’è il cipollotto ormai appassito), mescola e irrora con il rum, lascialo asciugare, poi comincia a versare un mestolo di acqua salata e profumata di menta al riso, fino a cuocere il riso quasi del tutto: 5 minuti prima di spegnere, grattugia la buccia del lime e tieni da parte; versa nel riso il succo di mezzo lime e l’altro rametto di mentuccia. Spegni quando il riso è cotto, aggiungi il burro freddissimo di frigorifero per mantecare e la buccia grattugiata del lime. Servi.
Facile, no?
E adesso, questa fresca, deliziosa insalatina che può essere un insolito antipasto, un bicchierino (monoporzione, con il suo minicucchiaino) da buffet estivo o un secondo leggero. Questa ricetta l’ho inventata io e ne vado fiera, perché è fresca e golosa. L’ho servita con risottino di cui sopra e ha avuto parecchio successo.
Insalatina di gamberi e pesche (eh sì, i gamberi, come ormai è noto, sono una inesauribile fonte di ispirazione per me ai fornelli!)

Cosa ti serve (sempre per 4 persone)

  • 20 gamberi freschi, ma se proprio non li hai vanno bene anche surgelati; certo, hanno un po’ meno sapore…
  • 2 pesche noce non troppo mature, belle sode
  • una grattugiata di zenzero fresco
  • mezzo lime
  • sale, pepe, olio extravergine d’oliva

Cosa devi fare

Sguscia i gamberi, se sono freschi, togliendo loro il filetto nero con uno stecchino, risciacquali e buttali in una pentola medio-piccola con acqua bollente appena salata. Se usi i gamberi surgelati, apri la busta poi tuffali ancora stecchiti nell’acqua bollente. In entrambi i casi, ci vorranno 5/6 minuti, un paio di minuti in più per quelli surgelati. Scolali e tienili da parte. Lava le pesche e tagliale a tocchetti fini fini. Quando sono tiepidi, taglia a tocchetti piccoli anche i gamberi. Metti tutto in una ciotola, prendi un vasetto di vetro col coperchio, mettici dentro lo zenzero grattugiato, il succo di mezzo lime, olio quanto basta per condire l’insalata, sale e pepe nero. Chiudi il barattolino e agitalo bene, apri e distribuisci l’emulsione ottenuta sull’insalatina di gamberi e pesche, mescola e servi, anche freddo: ai tuoi ospiti verranno gli occhi rotanti, che non vuol dire rovesciati, ma estasiati, ed è una grande soddisfazione.

Ti potrebbero interessare anche

Nessun Commento

Lascia un commento



I MIEI LIBRI

Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
 

Logo Operation Smile

logo smilehouse