Antipasti Blog Finger Food

Ho scoperto la pasta phyllo, e chi mi ferma più? Dagli involtini al salmone a quelli veg… alla torta salata con le zucchine. Tutto buonissimo!

8 luglio 2017

Fa caldo e hai poca voglia di passare le ore in cucina? Cerchi una soluzione comoda, fresca e leggera? A me la pasta filo ha risolto un sacco. Finora la trovavo solo surgelata e tutti quei fogli sottilissimi  mi guardavano da freezer in attesa di soluzioni che, non arrivavano.

Poi, un giorno, al super l’ho trovata fresca, avvolta in una praticissima confezione da frigorifero, proprio come la pasta sfoglia o la brisè. Una vera figata, che mi ha scatenato la fantasia e da allora l’ho fatta davvero in tutti i modi. Leggera e croccante, dà una marcia in più alle preparazioni ed facile da usare, scenografica e velocissima. Che cosa vuoi di più?

involtini pasta fillo alle verdure

Questi, per esempio, sono dei veri involtini primavera… a modo mio. Hanno dentro verdure dell’orto, sono cotti al forno, davvero dietetici e pratici. E si fanno così…

INVOLTINI DI PASTA FILLO CON VERDURE CROCCANTI

Cosa ti serve (con queste dosi vengono circa 20 involtini)

1 confezione di pasta fillo da 250 g

2 zucchine

2 carote

2 coste di sedano

2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

2 cucchiai di ricotta

1 cucchiaio di parmigiano grattugiato

sale e pepe

Come devi fare

Lava e monda zucchine, carote e sedano, asciugali e tagliali a julienne. Quando sono pronti, tieni da parte alcuni bastoncini di carota, zucchine e sedano per decorare (affinché restino croccanti e i colore vivo, lasciali in una ciotola con acqua fredda e ghiaccio), e poi versa le restanti verdure in un tegame tipo wok, in cui avrai messo l’olio. Mescola per insaporire e cuoci per circa 5/6 minuti a fiamma alta, mescolando spesso: le verdure devono restare croccanti; sala e pepa solo alla fine.

Lascia raffreddare un poco le verdure, versale in una ciotola con la ricotta e il parmigiano, mescola il tutto. Poi prendi una teglia, foderala di carta dal forno inumidita e strizzata, e apri la confezione di pasta fillo, prelevando un foglio per volta. Disponi un po’ di acqua in una ciotola, munisciti di un pennello da cucina e inumidisci con il pennello il foglio di pasta prima di sovrapporne un altro; procedi così fino ad avere uno strato di 4 o 5 fogli di sottilissima pasta fillo. Dividilo in 4 rettangoli e procedi così per altre 5 volte. In ogni rettangolo disponi un poco di farcia, costituita dal mix di verdure appena cotte, ricotta e parmigiano. Richiudi gli involtini, avvolgendoli su se stessi e bagnando appena con il pennello intinto di acqua l’ultimo giro, affinché l’involtino non si apra. Quando lavori la sfoglia cerca di avere sempre le dita inumidite di acqua o leggermente unte con olio.

Disponi ogni involtino nella teglia foderata di carta da forno e inforna per 15 minuti a 180 gradi. Servi con i bastoncini di verdure crude.

Quelli della foto di cover, invece, sono un’altra golosa versione salmone e formaggio fresco tipo Philapelphia, con i semini di papavero, decorativi, buoni e sani. E li ho fatti così…

Involtini croccanti di salmone in pasta phyllo

involtiniin pasta phyllo al salmone

Cosa ti serve

1 confezione di pasta phyllo fresca

250 g di salmone fresco

1 cipollotto

1 confezione di formaggio morbido da spalmare

2 cucchiaio di olio

2 cucchiaini di semi di papavero

sale e pepe

Come devi fare

Spella e dislisca il salmone, affetta fine il cipollotto. Versa un cucchiaio di olio in una padella, aggiungi il cipollotto e fallo rosolare un poco, quindi versa anche il salmone; rigiralo e sbriciolalo con un cucchiaio di legno, cuocilo per circa 7/8 minuti, sala e pepa solo alla fine, spegni e tieni da parte. Quando il pesce è tiepido, versalo (con il cipollotto e il sughetto che si sarà formato in cottura) in una ciotola con il formaggio, mescolando molto bene fino a ottenere una morbida crema. Apri la confezione di pasta phyllo che ti apparirà in tanti sottilissimi fogli sovrapposti. Sovrapponine 5, spennellandoli a uno a uno con un poco di acqua, fino a ottenere un’unica sfoglia da cui ricaverai 4 quadrati. Riempi di farcia ogni quadrato e poi avvolgi ognuno su se stesso, come un sigaro, sigillando alla fine il bordo col dito inumidito di acqua. Procedi così con gli altri fogli di pasta, fino a che avrai terminato la farcia. Rivesti con carta dal forno una teglia rettangolare, disponi gli involtini, spennellali con olio e cospargili di semi di papavero. Inforna per circa 25 minuti in forno a 200 gradi: devono uscire dorati e croccanti.

E infine, con la pasta fillo ho fatto anche questa Torta salata con le zucchine e la scamorza (la stessa versione appare anche nella sezione Italia in cucina, che curo per il Consorzio Italiano della Mozzarella, su questo blog…teglia torta salata

 

TORTA MILLEFOGLIE DI PASTA FILLO
CON ZUCCHINE E SCAMORZA AFFUMICATA
Cosa ti serve

1/2 confezione di pasta fillo fresca, pronta all’uso
2 grosse zucchine romane: ora è stagione sono croccanti e delicate
80 g di prosciutto cotto in fette sottili
100 g di scamorza affumicata al velo (la trovi anche già pronta all’uso, a fette sottilissime)
sale e pepe q.b.
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
2 cucchiai di parmigiano grattugiato

Come devi fare

Lava, spunta e affetta le zucchine a dadini piccoli e tienile da parte.Apri la confezione di pasta fillo e prelevane 6 o 7 fogli, facendo attenzione a non romperli perché sono sottilissimi.

Bagnali con un pennello intriso di acqua prima di sovrapporli: essi  costituiranno la base per la tua torta salata. Appoggia lo strato di 6 fogli sovrapposti su una teglia rettangolare da forno, precedentemente foderata di carta da forno (meglio se inumidita e strizzata).

Distribuisci le fettine sottili di scamorza affumicata su tutta la superficie della pasta; quindi distribuisci allo stesso modo anche le fette sottili di prosciutto cotto.

Ora distribuisci sopra a tutto i dadini di zucchina.

Sala, pepa, versa a filo l’olio e cospargi di parmigiano. Informa per circa 25 minuti a 200 gradi: quando estrai la torta salata dal forno dev’essere dorata e croccante.

Leggera come una piuma, gustosa come una vera prelibatezza. E QUANTO HAI IMPIEGATO A FARLA? 10 MINUTI Più LA COTTURA, giusto?

 

Ti potrebbero interessare anche

Nessun Commento

Lascia un commento



I MIEI LIBRI

Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
 

Logo Operation Smile

logo smilehouse