Blog Dolci Ricette

Imprevisti che succedono e si sdrammatizzano in cucina. Il menisco, il burro perenne e questa buonissima e semplicissima Torta di mele frullate

19 Aprile 2019

Quante cose diamo per scontate? Dall’elettricità con cui facciamo tutto al portiere che ci segnala le raccomandate. Dal sorriso (o brontolio) della persona con la quale ci svegliamo al mattino al burro perenne in frigorifero.

Sono tante le cose, e le persone, semplicemente indispensabili attraverso cui snodiamo la nostra vita quotidiana. E non è retorica! Se ti viene meno un ginocchio, per esempio, le scale che facevi correndo venti volte al giorno diventano un problema.

Anzi, il problema. Siamo tutti un po’ presuntuosi. E crediamo che ogni cosa starà lì per sempre, a sostenerci, sollevarci, accompagnarci, farci arrivare in tempo e senza affanno, come il mio menisco mediale destro. Eh no, invece, non è proprio così…

Un menisco, sottoposto a sollecitazione anomala, quale scivolare su una sciarpa di cachemire in una mattina sul far della primavera, nel contesto familiare del lucido parquet dell’ingresso notte, può anche decidere di spezzarsi in due. E tu te ne resti lì, imbambolata e immobile, a visualizzare te stessa che corri per casa indaffarata a spostare, riporre, rispondere, saltabeccare dal pc al frigorifero, dal bagno alla cuccia del cane nella danza perenne ed energetica della vita quotidiana.

E invece no, seduta sul pavimento compatto e duro, ti trovi a esclamare: e mo’? Lezione n 1: d’ora in poi terrò in maggior considerazione il privilegio di poter sfrecciare su due gambe. E anche quello di avere accanto tutto ciò che serve, quando serve.

Come il burro in frigorifero, che, lungi dall’essere perenne, a volte termina; e siccome nella lotta infinita ai grassi saturi lo utilizzi raramente – e solo quando per esempio quella voglia di esibirti in una torta ti prende – magari non lo hai considerato nella lista della spesa da fare.

Lezione n 2: dopo averlo aggiustato, terrò in grande conto il mio fragilissimo menisco; e pure la scorta di burro in frigorifero. Ma questa buonissima (e facilissima) torta, grazie all’ausilio di una stampella e a un buon olio di semi di girasole, l’ho fatta lo stesso.

Torta di mele frullate senza burro

Cosa ti serve:

150 grammi di farina,
2 uova,
100 grammi di zucchero,
2 mele,
mezzo bicchiere di olio di semi di girasole,
un cucchiaino di lievito per dolci,
mezzo cucchiaino di cannella in polvere,
un pizzico di sale,
zucchero a velo q.b.

Come devi fare:

In una ciotola sbatti le uova intere con lo zucchero per 10 minuti: fallo con le fruste elettriche per avere un composto chiaro e spumoso. Aggiungi l’olio e mescola bene con una spatola. Preriscalda il forno a 180°. Sbuccia le mele e frullale nel mixer, quindi aggiungile al composto, poi unisci la farina setacciata con il lievito, la cannella e un pizzico di sale. Mescola di nuovo molto bene.Olia una teglia di 22 cm di diametro, oppure foderala con carta da forno; versaci il composto. Cuoci in forno per circa 40 minuti, controllando la cottura con uno stecchino che dovrà uscire asciutto. Lascia raffreddare e al momento di servire spolverizza la torta con lo zucchero a velo.

 

 

Ti potrebbero interessare anche

Nessun Commento

Lascia un commento



I MIEI LIBRI

Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
 

Logo Operation Smile

logo smilehouse