Dolci

Fuori nevica? Torta rovesciata di mele caramellate con una tazza fumante di tè verde

17 Gennaio 2014

emoticibo neve

emoticibo altra neve

Ecco, che dire? Io resto ogni volta senza parole… Vengono da vicino a Varese, dall’amico Giorgio che mi ha inviato queste immagini mentre è bloccato in casa. Le ricevo in una piovosa Milano, con temperature più che clementi per essere gennaio, in un clima autunnale che sembra aver sbagliato finestra dove affacciarsi. Lì, invece, è così… Beh, la mente e la gola se ne vanno per la loro strada, in cerca di un conforto delle papille gustative e del cuore, che mi ricorda questa TORTA ROVESCIATA DI MELE CARAMELLATE:

COSA TI OCCORRE:
1 vasetto di yogurt
3 uova
3 vasetti di farina, di cui uno più scarso (utiizza quello dello yogurt come misurino)
1 cucchiaio di fecola
3 vasetti di zucchero di canna

1 vasetto di olio, meglio se di semi di girasole (per questa preparazione è più indicato dell’olio extravergine d’oliva che uso quasi sempre in cucina)
1 bustina di lievito vanigliato
un pizzico di sale
4 mele renette

COSA DEVI FARE:
Prendi una ciotola e versaci il vasetto di yogurt. Pulisci il vasetto, che utilizzerai come misurino per i successivi ingredienti. Prendi la teglia in cui vuoi infornare la torta (se è di silicone non necessita di essere unta, se usi una normale tortiera, meglio non a cerniera, imburrala prima). Versa nella tortiera un vasetto di zucchero di canna e distribuiscilo uniformemente su tutta la superficie. Sbuccia le mele e ricavane tante fette, non troppo sottili sennò si rompono, e poi disponile a raggiera sul fondo della tortiera, sopra lo zucchero che hai appena versato, in uno strato fitto fitto, che non lasci spazi vuoti. Torna alla ciotola con dentro lo yogurt; aggiungici le uova intere, il vasetto di olio, i vasetti di farina e il cucchiaio di fecola, i due vasetti di zucchero, il pizzico di sale e il lievito (setacciato, mi raccomando, per evitare grumi). Mescola energicamente (o trasferisci il tutto in una planetaria: per preparare questa torta, ho usato la mia nuova, che mi ha portato Babbo Natale: è un portento!!! È bellissima e bravissima, fa quasi tutto lei!). L’impasto deve essere senza grumi né bubboni, bello liscio e morbido. Versalo nella tortiera, sopra lo strato di mele. Inforna a 190 gradi, per 40 minuti. Quando la sforni, aspetta un attimo che intiepidisca, poi, aiutandoti con un piatto, rovescia la torta: se è venuta bene (e non vedo perché non dovrebbe se segui le mie dritte!), ti si presenterà un goloso strato di caramello dato dallo zucchero e dalle mele: sotto, c’è la torta, buona, soffice, dolce. Da gustare a merenda, con una bella tazza di tè (io lo preferisco verde) bollente! E, magari, fuori nevica…

emoticibo torta mele caramellate

Ti potrebbero interessare anche

Nessun Commento

Lascia un commento



I MIEI LIBRI

Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
 

Logo Operation Smile

logo smilehouse