Blog Primi Ricette

Pasqua senza Romagna, ahimè! E allora, per colmare la nostalgia, una ricetta del cuore. Che profuma di pisellini freschi dell’orto: i miei Maltagliati in zuppa di piselli con prosciutto

9 Aprile 2020

Di abbracci prima del coronavirus ce ne scambiavamo tanti. A me personalmente mancano solo quelli più autentici e sinceri, che – diciamolo – erano la minoranza sul numero globale. E uno mi manca in particolare: quello a mia madre 90enne, che abita 300 chilometri da me ed è, ovviamente come tutti, in isolamento.

Quelli con mia madre sono sempre stati abbracci pudichi, quasi riservati, dettati – come molte altre cose – dal suo carattere forte e schivo, a cui si è giocoforza piegata perfino la mia natura esuberante.

Per sentirla più vicina, oltre alle quotidiane telefonate, stamattina ho sgranato piselli freschi. I piselli nel baccello sono la mia madeleine, il corrispettivo cioè dei biscottini di Proust: niente, infatti, riesce a riportarmi indietro nel tempo, in quel cortile con nespolo e albicocco in fiore, cornice di pigri pomeriggi di primavera.

Coi piselli freschi ho deciso di preparare questa zuppa semplice e saporita, che si può fare anche con l’ortaggio surgelato se la spesa ai tempi del coronavirus si rivela troppo complicata.

Quanto al prosciutto crudo, magari del giorno prima, e a un po’ di cipolla, sedano e carota di sicuro in ogni frigo ce n’è traccia.

Per i maltagliati, bastano un uovo e poca farina: con tutta ’sta smania contemporanea di farsi il pane in casa, non sarà mica un problema preparare una piccola sfoglia di pasta fresca…

Maltagliati in zuppa di piselli con prosciutto

Cosa ti serve (per 2 persone):
600 g di piselli freschi, col baccello; se surgelati ne bastano 250 g;
80 g di prosciutto crudo;
2 coste di sedano;
mezza cipolla;
1 carota piccola;
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro;
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
sale e pepe bianco.

Per i maltagliati: 1 uovo e 100 g di farina 00 più quella per la spianatoia.

Come devi fare:
Versa la farina a fondata e rompi al centro l’uovo. Aiutandoti prima con una forchetta, poi con le mani, impasta fino a ottenere un impasto elastico, che stenderai con un matterello o la macchinetta. Lascia asciugare la sfoglia coprendola con un telo pulito.

Porta a bollore 1 litro di acqua. Monda sedano, carota e cipolla e affettali fini. Taglia a striscioline il prosciutto. In un tegame versa l’olio e fai rosolare il prosciutto; quindi aggiungi le verdure e il concentrato e via a via un po’ d’acqua (usa quella che sta bollendo) affinché il soffritto appassisca bene.

Sgrana i piselli e tuffali nell’acqua bollente a cui avrai aggiunto un pizzico di sale (fai lo stesso se usi piselli surgelati), cuoci per 10 minuti, quindi versa i piselli con l’acqua di cottura dentro la pentola del soffritto e fai sobbollire lentamente.

Dalla sfoglia ricava dei maltagliati, che come dice il nome non necessitano di molta cura per essere creati e quindi tuffali nella pentola della zuppa, cuoci per pochi minuti, facendo nel frattempo anche restringere il brodo. Quando servi la zuppa bollente, aggiungi a piacere un filo d’olio evo e parmigiano nonché un’altra macinata di pepe fresco.

 

 

Ti potrebbero interessare anche

Nessun Commento

Lascia un commento



I MIEI LIBRI

Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
 

Logo Operation Smile

logo smilehouse