Blog Pesci Ricette

Questa insostituibile dimensione nonna (h24) e la mia deliziosa Trota in crosta di mandorle

9 Agosto 2020

Mi stupisce sempre la vita quando ti regala ruoli a cui non pensavi. La dimensione nonnesca, per esempio, è entrata nella mia vita con la forza di uno tsunami, sovvertendola completamente. Ora le mie giornate e i miei impegni prendono forma attorno a questo piccolo uomo di ormai oltre 80 centimetri di altezza.

Penso a un piatto da realizzare e da pubblicare, ma la concorrenza con le sue pappe è incalzante. E i miei fornelli, abituati a fumetti di pesce e sofisticati consommé, ora fanno sobbollire a getto continuo i suoi brodini di verdure biologiche.

Quando piange, cullo Leonardo in cucina e lì si quieta, tra aromi e odori, sapori che già timidamente assaggia  (gli piace quasi tutto, ma frutta e verdura battono ogni altra squisitezza). E soprattutto i colori del cibo non gli bastano mai. Non pensavo che un giorno avrei avuto un sous chef di tale spessore.

Immagino quando, più grandicello, lo farò giocare con la farina e le sue manine paffutelle affonderanno in un morbido impasto, e sogno un abbraccio appiccicoso e tenero, che sa di biscotto e dal quale non ci scioglieremo mai.

La parte più difficile della mia “quasi convivenza con lui è quella in cui devo scrivere: tempo rubato mentre lui fa un sonnellino, sottoposta a una velocità a cui ero sì abituata per i tempi stretti del lavoro redazionale, ma non per un capetto di 11,5 chilogrammi.

È nata così la Trota in crosta di mandorle. Un piatto sano, croccante, scenografico, estivo e soprattutto molto veloce, perché i tempi della conciliazione dei ruoli, per le donne, siano esse mamme o nonne, sono ancora tutti da scrivere!

TROTA IN CROSTA DI MANDORLE

Cosa ti serve:

4 trote eviscerate e spellate;
80 g di mandorle in polvere cioè farina di mandorle;
100 g di mandorle a lamelle;
1 scalogno;
2 rametti di rosmarino;
1 dl di vino bianco secco;
1 dl di panna fresca;
1 cucchiaino di succo di limone filtrato;
20 g di farina 00;
60 g di burro;
sale e pepe q.b.

Come devi fare:

Spella e trita lo scalogno, amalgamalo in una ciotola insieme al burro ammorbidito, alla farina, alle mandorle in polvere, a un cucchiaino di rosmarino tritato, sale e pepe: mescola bene.

Lava le trote e asciugale, tamponandole con carta da cucina. Salale all’interno, introduci una noce del composto preparato e spalmale esternamente con quello rimasto, poi sistemale, senza sovrapporle, in una pirofila foderata con carta da forno bagnata e strizzata.

Cuoci in forno già caldo a 200 gradi per circa 6-7 minuti, girandole a metà tempo.

Distribuisci le lamelle di mandorle sulla superficie delle trote e cuoci per altri 6-7 minuti.

Trasferisci le trote in un piatto da portata e tienile in caldo.

Versa il sugo di cottura in un padellino, aggiungi il vino, mescola e lascia evaporare. Incorpora la panna e il succo del limone. Aggiungi la salsa ottenuta nel piatto da portata attorno alle trote e servi.

 

Ti potrebbero interessare anche

Nessun Commento

Lascia un commento



I MIEI LIBRI

Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
 

Logo Operation Smile

logo smilehouse