Blog Primi Ricette

Dalla fiera delle Vanità che nessuno risparmia alla grazia di avere sempre passioni forti, che non conoscono rughe. A questi deliziosi spaghettoni integrali alla zucca con gamberi e curcuma

21 Febbraio 2020

Ogni volta che faccio un tuffo nella mondanità, mi capita di fare una riflessione sullo spasmodico e diffuso desiderio di mantenersi giovani che c’è in giro.

Tutti intenti a danzare assurdi minuetti che si consumano in altrettanto assurdi baci, dati a tre metri di distanza, e mentre ti accingi educatamente a rispondere, il tuo interlocutore – o interlocutrice – è già scivolato/a verso un altro avventore, un altro bacio fugace, un’altra educata domanda la cui risposta rimane a mezz’aria e di cui non frega niente a nessuno. Ovvio, lo stesso fai tu, perché così si usa.

È la leggera inconsistenza di questa fiera delle vanità, che tanto assomiglia a quella celebrata da testi letterari che potrebbero costituire ancora oggi buone letture (vedi il romanzo inglese del buon William Makepeace Thackeray, dall’omonimo titolo: La fiera delle vanità).

Mentre penso a tutto questo, non posso non notare, però, anche gli sforzi di sembrare immarcescibili 40enni con almeno quattro lustri di più. E ogni volta, in mezzo a fiumi di botulino e punturine che hanno fatto danni incommensurabili su volti da tempo familiari, mi capita di pensare che assai poche persone si preoccupano in realtà di ciò che mantiene davvero giovani.

Ovvero le passioni forti, le aspettative ancora da rincorrere, i sogni senza età da realizzare… tutte cose che poi, di fatto, lasciano segni e rughe, ma solo fuori, magari sulla faccia, nell’incedere incerto, non certo nella luce degli occhi. Così, quando rientro da queste occasioni mondane, mi sorge spontanea una preghiera: che mi sia dato sempre il gusto di apprezzare i sapori forti. Che sappia sempre mettermi in discussione, capace di nutrire passioni che vadano al di là delle apparenze, che ti rubino l’anima, consumandola in attese e speranze dove la posta in gioco è alta ed esce dai confini di zigomi alzati da una buona dose di botox.

A tutti coloro che continuano a lottare con lo spirito dei 20 anni fregandosene di averne almeno il triplo, dedico questo delizioso primo piatto.

Spaghettoni integrali con gamberi e curcuma alla zucca

Cosa ti serve (per 4 persone):
300 g di spaghetti integrali;
250 g di zucca già pulita;
20 gamberi freschi o surgelati;
1 spicchio di aglio;
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
1 porro;
1 pizzico di curcuma;
sale e pepe q.b.

Come devi fare:
Monda e affetta il porro, versalo in un tegame con un cucchiaio di olio. Mentre il porro appassisce, taglia a tocchetti la zucca, aggiungila al porro e cuocila finché diventa morbida, aggiustando di sale e pepe. Pulisci i gamberi se sono freschi, eliminando anche il filetto nero, risciacquali, asciugali e versali in padella con il restante olio e lo spicchio di aglio schiacciato che poi eliminerai (se usi gamberi surgelati, versali direttamente in padella): in entrambi i casi cuoceranno in pochi minuti. Spegni e tieni da parte. Quando la zucca è cotta, prima di spegnere, aggiungi la curcuma, mescola e passa al mixer le verdure fino a ottenere una crema. Nel frattempo porta a bollore l’acqua per gli spaghetti, sala e cuoci per il tempo indicato nella confezione, scolandoli al dente. Versa la pasta nella padella dei gamberi, aggiungi la crema di zucca ala curcuma, mescola e servi ben caldo. A piacere completa con una macinata di pepe.

Ti potrebbero interessare anche

Nessun Commento

Lascia un commento



I MIEI LIBRI

Per acquistare uno o più volumi delle Ricette del Sorriso, realizzati per aiutare i bambini con gravi malformazioni facciali e labio-palatoschisi vai su:
 

Logo Operation Smile

logo smilehouse